Misuratori di potenza come funzionano e quali sono i vantaggi

Misuratori di potenza come funzionano e quali sono i vantaggi

In questo articolo voglio spiegarvi cosa sono i Misuratori di potenza come funzionano e quali benefici si possono ricavare dal loro utilizzo.

Il misuratore di potenza fino a dieci anni fa era uno strumento estremamente costoso e riservato ad una ristretta cerchia di atleti elite. Negli ultimi anni invece è diventato uno strumento fondamentale e necessario per il ciclista che vuole intraprendere un percorso di preparazione sportiva.

Non esiste oggigiorno preparatore atletico che possa farne a meno e badate bene, non è uno strumento utile soltanto al professionista che punta alla vittoria di un grande giro. Il misuratore di potenza è in grado di registrare un numero di dati molto elevato, rendendo possibile l’analisi della vostra performance in ogni momento dell’allenamento, capace di evidenziare i punti deboli di ogni ciclista permettendo di raggiungere miglioramenti tangibili e scientifici a prescindere dalle vostre ambizioni.

Misuratori di potenza come funzionano e quali sono i vantaggi

 

Misuratori di potenza cosa offre il mercato

Il mercato di questi strumenti sta diventando sempre più affollato e anche se i prezzi sono scesi negli ultimi due o tre anni in maniera vertiginosa, non possiamo ancora affermare che si tratti di prodotti economici, ma ci sono diverse opzioni accessibili a molte persone: pensate che i primi modelli costavano migliaia di euro, mentre ora un buon power meter parte dai 450 euro.

Non vogliamo tediarvi con una lista infinita di tabelle comparative, ma cercheremo di mettere a fuoco i punti fondamentali per cui vale la pena allenarsi con un misuratore di potenza

 

Misuratori di potenza come funzionano: valori effettivi senza alterazioni

Un misuratore di potenza misura esattamente il vostro carico di lavoro indipendentemente dal terreno, dalle condizioni atmosferiche, dalla forma fisica o da qualsiasi altro fattore e vi fornirà dati che potrete confrontare in modo significativo nel tempo per valutare i progressi. La velocità su un percorso prestabilito potrebbe essere influenzata da un vento contrario, ad esempio, e dare una falsa impressione sulla forma fisica, mentre il power meter rileverà l’esatta forza impiegata.

Allenarsi dopo una notte difficile, dopo una giornata di lavoro o una giornata con idratazione insufficiente, daranno come risposta cardiaca valori molto fuorvianti. Il misuratore di potenza invece non verrà mai ingannato e l’allenamento sarà sempre qualitativo e corretto.

Utilizzo del tempo libero

Un misuratore di potenza elimina ogni incertezza dall’allenamento, permettendo di sfruttare il tempo dedicato all’attività fisica in modo efficiente. Potrete pianificare esattamente ciò che dovete fare e quando farlo.

Misuratori di potenza come funzionano: Pianificazione di un evento

È possibile utilizzare un misuratore di potenza per preparare ed affrontare un evento sportivo. Se i vostri allenamenti hanno portato alla conclusione che potete mantenere 250w per un’ora, ad esempio, potrete elaborare una strategia per la prossima competizione su una salita che stimate poter percorrere in 60 minuti basata su quel valore, senza temere crisi o cedimenti fisici.

Misuratori di potenza quali sono i vantaggi: individuare i punti deboli

Un misuratore di potenza aiuta a identificare i punti deboli nella forma fisica. Se la vostra resistenza anaerobica è in ritardo rispetto ad altre aree, non ci saranno dubbi su cosa è necessario lavorare. Potrete trovare numerosi programmi (gratuiti e a pagamento) online per l’analisi approfondita dei dati. Consigliamo sempre di provvedere ad una formazione personale acquistando dei manuali da studiare, o di farsi seguire da un preparatore atletico.

 

Conoscere i tempi di recupero

Il misuratore di potenza può dirvi quando avete bisogno di riposare. Ad esempio, se la frequenza cardiaca è nettamente più alta del normale per una particolare potenza, potrebbe essere che non avete recuperato sufficientemente dall’ultimo allenamento ed è necessario recuperare energie.

Assetto in sella

È possibile utilizzare un misuratore di potenza per testare gli effetti della modifica della posizione di guida o dell’attrezzatura. Percorrette un determinato tragitto a 30 chilometri all’ora, ad esempio, e rilevate il wattaggio medio. Quindi apportate le modifiche alla configurazione e proseguite alla stessa velocità. Se il wattaggio medio è inferiore, avrete migliorato la vostra efficienza.
Se utilizzerete un power meter a doppio sensore, vi sarà possibile inoltre analizzare il gesto pedalato tra arto destro e sinistro.

Se questo breve articolo dovesse aver suscitato qualche curiosità in più, troverete molto interessante il nostro prossimo appuntamento su “tipologie di misuratori di potenza”.

Come sempre se volete delle informazioni ulteriori siamo a vostra completa disposizione: potete contattarci compilando il form a questo link.